Guida all'allenamento, diete e tecnica. Ciclismo, corsa, mtb ecc...

home page ciclopiemonte
Home Page
guida allenamento
Guida Allenamento
Alimentazione dello sportivo
Alimentazione
Medicina Sportiva
Medicina Sportiva
tecnica bici
Tecnica Ciclismo
Bici
Scrivici
 
Calcolatori :
misure telaio
Misura Bicicletta
misure telaio
Indice massa corporea (IMC)
metabolismo basale
Metabolismo basale (BMR)
Conteggio calorie
Conta Calorie

Home Page Allenamento Alternative al ciclismo

Aquagym

Vantaggi, benefici e controindicazioni

acquagym

Per allenarsi e mantenere in piena efficienza il fisico pur divertendosi e rilassando la mente non c'è nulla di meglio che l'aquagym, forse il più dinamico degli esercizi in palestra ed in più con la dolcezza e la sicurezza che solo lo sforzo in acqua permette. Non vi infatti alcun pericolo per le articolazioni poiché non si rischia l'impatto col suolo. Nell'acqua, il rilassamento è inoltre garantito. Ci si sente leggeri, il corpo immerso pesa soltanto il quarto del proprio peso.

Benefici di questa disciplina sportiva
Ogni movimento effettuato nell'acqua è ottimizzato e si misurano molto rapidamente gli effetti di quest'attività:
Aumento della tonicità muscolare e respiratoria;
Allungamento dei muscoli;
Aumento del potenziale muscolare;
Rimodellamento della linea
I muscoli interessati sono molti, petto, schiena, braccia, coscie e gambe, glutei e ventre più piatto.

La pressione che l'acqua esercita su tutte le parti del corpo - 800 volte superiore a quella dell'aria - equivale ad un massaggio che migliora la circolazione del sangue, lotta contro la cellulite e genera un rilassamento piacevole. Infine, occorre sapere che trenta minuti di aquagym valgono un'ora e trenta di ginnastica al suolo.

Per chi è l'aquagym? Tutti coloro che soffrono per tensioni muscolari e desiderano trovare una siluette armoniosa. senza soffrire!
Non è necessario saper nuotare, la maggior parte degli esercizi è realizzata in appoggio sul bordo della piscina o con tavole in schiuma. Essendo ogni partecipante nell'acqua fino alle spalle, i piccoli difetti estetici si attenuano. Ed al contrario di ciò che avviene in palestra, ciascuno regola il suo carico corporale in funzione dell'intensità impegnata nell'esecuzione degli esercizi. I rischi di strappi e di tendiniti sono quindi ridotti al minimo.

A che frequenza allenarsi: due volte alla settimana in media possono essere un buon inizio, magari in abbinamento ad 1 o 2 sedute di corsa o di allenamento con i pesi o altra attività fisica. Importante, come per ogni attività fisica, è la regolarità degli allenamenti che costituisce il fattore positivo per eccellenza. Fin dal secondo mese, noterete i risultati: linea migliore, capacità cardiovascolare e circolazione sanguigna migliorate. Meglio ossigenati, i muscoli bruciano inoltre più calorie. Una montagna di vantaggi. Contro-indicazioni: allergia al cloro, insufficienza respiratoria, disordini motori e sanguigni.