Guida all'allenamento, diete e tecnica. Ciclismo, corsa, mtb ecc...

home page ciclopiemonte
Home Page
guida allenamento
Guida Allenamento
Alimentazione dello sportivo
Alimentazione
Medicina Sportiva
Medicina Sportiva
tecnica bici
Tecnica Ciclismo
Bici
Scrivici
 
Calcolatori :
misure telaio
Misura Bicicletta
misure telaio
Indice massa corporea (IMC)
metabolismo basale
Metabolismo basale (BMR)
Conteggio calorie
Conta Calorie

Settori Energetici

Le soglie per allenarsi al meglio

Soglie allenamento

Si parla spesso di zone FC (Frequenza cardiaca), d'aerobica, d'anaerobica, di soglie ecc....
È importante sapere da dove provengono queste nozioni.
Contrariamente ad un'automobile che utilizza un solo tipo di combustibile per muoversi, il ciclista secondo l'intensità dello sforzo non utilizzerà lo stesso combustibile per compiere il suo movimento.
Ciò vuole dire che per una gita domenicale con la famiglia, per una gara o per un Sprint sui 200 metri, l'energia non proviene dalla stessa fonte.

Questa nozione è molto importante poiché permette di comprendere perché occorre allenare questi diversi settori energetici.
Utilizzando un paragone il ciclista possiede:
Un piccolo serbatoio di benzina super (anaerobico (fonti ATP-CP, anaerobico alattacido) per sorpassare.
Un serbatoio di benzina (aerobico (fonte glicidica (glicolisi))) per circolare in città.
Un grande serbatoio di gasolio (aerobico (fonte lipidica (lipolisi)))per le lunghe distanze.

Tutta l'abilità dell'allenamento consiste nel lavorare in questi vari settori per farli evolvere e progredire secondo l'obiettivo ricercato.
Non si lavora nello stesso modo se si prepara il record del km da fermo, una cronometro o una maratona.
Tutto parte dal muscolo e dall'energia che esso è portato a consumare.
Indipendentemente dallo sforzo, la sola sostanza capace di contrarre il muscolo è denominata ATP (adenosina tri-fosfato).È la decomposizione dell'ATP in ADP (adenosina difosfato) che libera il fosfato e l'energia.
Dopo alcuni secondi l'ATP deve essere prodotta per rinnovare lo stock energetico.
Occorre dunque re-sintetizzare la molecola ATP a partire dalla ADP e dal fosfato presente.
Quando pedalate si effettua uno sforzo. Secondo l'intensità di questi sforzi l'energia necessaria a contrarre i muscoli non proviene dalle stesse fonti.
Ci sono 2 grandi famiglie:
SETTORE ANAEROBICO: I meccanismi per il contributo dell'energia sono senza contributo d'ossigeno questo settore corrisponde a uno sforzo molto violento. Infatti per questo tipo di sforzo l'organismo non ha il tempo "di mettere in marcia" il sistema aerobico.
Vi si trovano 2 sotto categorie:
ANAEROBICO ALATTACIDO: sforzo breve di meno di 10"
ANAEROBIO LATTACIDO: sforzo di meno di 2 minuti per i migliori atleti.

SETTORE AEROBICO: Questo contributo per fornire energia ha bisogno d'ossigeno (fenomeno d'ossidazione).
Questo settore corrisponde ad uno sforzo meno intenso di quelli del settore anaerobico.
Si hanno anche qui 2 sotto categorie:
FONTE GLUCIDICA (glicolisi): Sforzo compreso tra 10 minuti e 2 ore.
FONTE LIPIDICA (lipolisi): Sforzo superiore a 2 ore.

Riassumendo:
Riserva utilizzata Durata Sforzo Respirazione
ANAEROBICO ALATTACIDO < 10s Sprint Apnea
ANAEROBICO LATTACIDO < 1 min Sprint lungo Affannata
AEROBICA GLICIDICA 1-2 ore Gara breve Fiato grosso
AEROBICA LIPIDICA > 2 ore Granfondo Normale

Si consideri che un'uomo di 80 kg di corporatura media dispone di questi livelli energetici:
GLUCIDI:1991 Kcal
LIPIDI: 106741 Kcal
PROTIDI:38278 Kcal

Si vede di conseguenza che si dispone di una riserva lipidica abbondante mentre il potenziale in glucidi è molto più limitato. È per questo che sulle prove lunghe occorre incessantemente alimentarsi per ricostituire gli stock di glucidi.
Per informazione:
1g glucide = ~ 4 kcal
1g lipide = ~ 9 kcal